fbpx

Sei un parrucchiere? Ecco cosa ha previsto il governo per te in seguito all’emergenza Coronavirus

Se sei un parrucchiere o un’estetista e, come molti altri settori, sei stato costretto a chiudere la tua attività a causa del Coronavirus “COVID-19” devi sapere che lo Stato Italiano il 17 Marzo 2020 ha varato il Decreto Legge Cura Italia a sostegno delle famiglie e delle imprese colpite da questa emergenza, le cui norme hanno effetto a decorrere dal giorno di pubblicazione dello stesso. Ecco quindi, in sintesi, cosa ti spetta:

Ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali AGO e, quindi, anche ai parrucchieri in quanto artigiani che non siano titolari di pensione e non siano iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie (ad esclusione della gestione separata Inps) è riconosciuta un’indennità pari a 600,00 euro per il mese di Marzo 2020. L’indennità verrà erogata dall’Inps previa domanda. Al momento non si sa ancora la procedura per la richiesta ma, molto probabilmente, si dovrà compilare un form nel sito dell’Inps ed inoltrarlo direttamente tramite internet. Se non siete ancora iscritti nel sito dell’Inps fatelo subito in quanto la procedura è un po’ lenta.

I datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19 hanno diritto alla cassa integrazione ordinaria o assegno ordinario FIS per lavoratori alle dipendenze al 23 Febbraio 2020, prescindendo dall’effettiva anzianità di servizio. Si può inoltrare la domanda con la causale “Emergenza COVID-19” dal 23 Febbraio per una durata massima di 9 settimane e comunque entro il mese di Agosto 2020.

A decorrere dal 17 Marzo 2020, per 9 mesi, anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti possono accedere ai benefici previsti dal c.d. fondo Gasparrini che consente, tra l’altro, di richiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo acceso per l’acquisto dell’abitazione principale. A tal fine è necessaria un’autocertificazione che attesti, in un trimestre successivo al 21 Febbraio 2020, un calo del fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell’ultimo trimestre del 2019 in conseguenza della chiusura della propria attività a causa dell’emergenza Coronavirus.

Il parrucchiere avrà inoltre diritto ad un credito d’imposta pari al 60% dell’ammontare del canone di locazione relativo al mese di Marzo 2020 salvo che l’immobile sia rientrante nella categoria catastale C1 (Negozi e Botteghe).

Questi sono i 4 punti principali per la categoria dei parrucchieri; il governo, però, ha messo in atto molte altre agevolazioni fiscali in cui potresti rientrare anche tu.

Per maggiori informazioni e per consultare tutto il decreto clicca qui: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/17/20G00034/sg

 

Richiedi informazioni